lunedì 9 gennaio 2017

Copertina handmade per le Casine ... finalmente!


Come promesso ecco la  foto (un po' orrida ... ma rende l'idea, o no?) della nuova e calda copertina patchwork cominciata quasi un anno fa, che per intanto ho steso in tutto il suo splendore sul divano del living ;-) Un'amica ieri mi diceva che le sembrava una vera follia, visto il lavoro non indifferente per realizzarla, il fatto che di copertine nella nostra casina ce ne sono già un bel po' (l'ultima deliziosa acquistata lo scorso autunno) e soprattutto perchè a suo giudizio non vale proprio la pena perdere tutto questo tempo per fare a mano una cosa che in un battibaleno sarà sciupata da frotte di ospiti ... E tra l'altro, concludeva, oramai a ogni angolo è possibile comprare copertine a due soldi ...Concordo con lei che un po' di follia in tutto questo c'è, ma ci sono almeno una decina di buoni motivi per aver fatto quello che ho fatto, ovvero:
1) Anzitutto creare qualcosa con le mie mani è la mia personale maniera di evitare l'analista ;-) 
2) In particolare lavorare questo tipo di copertina (fatta unendo delle "piastrelle" lavorate all'uncinetto che si chiamano granny, trovate molti tutorial in rete) risulta particolarmente rilassante perchè la lavorazione è nello stesso tempo ripetitiva ma anche molto creativa (combinazione personale dei colori  che fa la differenza nel risultato finale).
3) Effettivamente i tempi di lavorazione sono lunghi, ma si possono sfruttare quei momenti morti (che ci sono in ogni vita, per quanto frenetica sia) in cui non si riesce o non si ha voglia di fare altro (qualche esempio: insonnia notturna, attacchi di emicrania o ansia, frequenti spostamenti in treno per lavoro, ore di attesa in studi medici o simili ...).
4) E' un ottimo modo per recuperare avanzi di lana che spesso restano inutilizzati nei cassetti (spargete voce per raccoglierne un bel po') e poi finiscono per essere buttati via (e la parola d'ordine e/o filosofia qui  è: niente sprechi!)
5) In ogni caso io adoro le copertine. Sono convinta che uno dei grandi piaceri della vita (invernale) è quello di arrotolarsi in una calda e morbida copertina sul divano e leggere un buon libro ...
6) Penso (o spero) che quanto sopra non piaccia solo a me ;-)
7) Vero che è molto più veloce entrare in un negozio e comprarne una, ma: se sono belle costano, se costano poco sono brutte e spesso sono prodotte in maniera poco etica (sfuttamento lavoro eccetera).
8) In ogni caso penso che una copertina handmade è un valore aggiunto.
9) In particolare poi se avete una casina che affittate per brevi periodi come me le copertine non sono mai  abbastanza. Averne qualcuna in più infatti vi permette di lavarle a rotazione senza temere di restare senza e di averle sempre pulite e profumate (che non guasta).
10) Infine anche se ogni tanto mi sono lamentata di alcuni ospiti (per le pulizie, per le ore di attesa al check in, per la raccolta differenziata ...), la maggioranza sono deliziosi (presto dedicherò un post a questo) ... e quindi credo che in molti apprezzeranno ... e se no, pazienza  ;-)

9 commenti:

Grazie! Thanks! Danke! Merci! Gracias!